Your browser does not support Javascript

Languages

30 maggio, Evento preparatorio del G7 Scienza, organizzato da OGS, per discutere del futuro degli oceani

Dal 30 maggio al 1 giugno si terrà a Trieste il meeting in preparazione del G7 Scienza “Co-design a cost-effective, sustainable system for coastal ocean observing in developing countries” con  la partecipazione di 15 esperti provenienti dai Paesi del G7 e da Paesi emergenti.

L'obiettivo dell'incontro è di contribuire all’agenda del G7 (quest’anno è il turno della presidenza italiana) evidenziando il ruolo essenziale dell’osservazione dei mari regionali per la conoscenza dello stato dell'oceano globale. In molte aree questo comporta il potenziamento delle competenze e delle tecnologie oceanografiche ed la loro connessione con le esigenze di conoscenza richieste dagli sviluppi dell’economia blu.

Nel corso dell’incontro verranno esaminate e approfondite le buone pratiche adottate nelle attuali reti di osservazione costiera e le iniziative in corso. Verranno inoltre valutati i problemi e le esigenze specifiche dei sistemi di osservazione regionale per il monitoraggio marino e costiero, soprattutto per quanto riguarda i Paesi emergenti, per individuare i requisiti minimi, gli strumenti e le infrastrutture adeguate.

Al termine dei lavori verrà prodotto un documento di sintesi per definire un approccio economico e sostenibile per l’osservazione dei mari regionali per i Paesi in via di sviluppo per i quali l’economia blu gioca un ruolo chiave. Il documento verrà infine integrato con le azioni previste dall’iniziativa G7 Future of Seas and Oceans. 

I lavori saranno coordinati dall’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS (www.inogs.it) e dal National Oceanography Centre  (https://noc.ac.uk/).