Your browser does not support Javascript

Languages

CAFFÈ DELLE SCIENZE Ultimo appuntamento prima dell'estate per il ciclo di incontri tra i ricercatori e la città al Caffè Tommaseo domani, 12 giugno 2014

Si chiude domani, giovedì 12 giugno alle 18.00, il primo ciclo per il 2014 dei Caffè delle Scienze conversazioni informali tra ricercatori e la città, patrocinati e organizzati dall'Università degli Studi di Trieste e dal Dipartimento di Scienze della Vita, in collaborazione con l'OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale. Incontri ormai molto attesi che anche in questa edizione, avviata a febbraio, hanno riscosso grande interesse e ampia partecipazione negli spazi del Caffè Tommaseo di Riva Tre Novembre 5 a Trieste.
Protagonisti dell'incontro Pierluigi Nimis, ordinario di Botanica Sistematica all'ateneo giuliano e Franco Coren, Direttore della Sezione Infrastrutture di OGS.
Nimis porterà il pubblico “alla scoperta della foresta urbana”: la vegetazione naturale o semi-naturale che insiste profondamente nel tessuto urbano di Trieste e che ospita una ricchissima biodiversità animale e vegetale. Illustrerà in particolare il Progetto Interreg SiiT (Italia-Slovenia), coordinato dal Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università, dedicato alla creazione di nuovi strumenti interattivi (guide multimediali online, in gran parte disponibili anche come applicazioni per telefonini e tablet e come libro elettronico) per il riconoscimento di piante e animali che sono messi a disposizione gratuitamente in rete. Tra i progetti multimediali già realizzati, verranno evidenziati quelli dedicati alle alghe di Barcola; alle farfalle più comuni; alle piante, licheni e muschi del sentiero naturalistico del M. Valerio; alle rose del Roseto di San Giovanni; agli alberi e arbusti del Giardino Pubblico di Via Giulia, del Bosco del Farneto e di diversi giardini scolastici. Nimis anticiperà inoltre anche il portale dedicato alla ricchissima flora urbana di Trieste (più di 1000 specie) che verrà messo online entro settembre, e che, aggiungendosi agli atri strumenti citati, consentirà al capoluogo giuliano di porsi all’avanguardia a livello internazionale per la corposità degli strumenti a disposizione dei cittadini per monitorare e conoscere la biodiversità della foresta urbana.
Coren, invece, farà una panoramica su “Ti guardo da lontano, ovvero il telerilevamento dal piccione al satellite”. Una “passeggiata” scientifica sul telerilevamento, dai primi esperimenti basati su fotografie scattate da palloni aerostatici o dai piccioni, alle recenti tecnologie che permettono di misurare e studiare il territorio con precisioni e dettagli impensabili fino a pochi anni fa. Coren mostrerà inoltre come con i radar satellitari si possano monitorare la gestione del territorio, l’utilizzo del suolo e i bacini fluviali, valutare i rischi idrogeologici, mappare i movimenti millimetrici del terreno, ricostruire in maniera automatica la forma del territorio urbano, ma anche analizzare le grandi infrastrutture e le sorgenti di acqua dolce nel mare.
 
L'appuntamento con i Caffè delle Scienze tornerà a settembre 2014. A breve il nuovo calendario sarà consultabile su www.caffedellescienze.eu.
 
11 giugno 2014
 
--
Per ulteriori informazioni
Ufficio Stampa OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale
Studio Sandrinelli Srl: Michele Da Col – tel. 040362636 – cell. 3403356400 – email: dacol@studiosandrinelli.com