Your browser does not support Javascript

Languages

Giornata Mondiale dell’Acqua 2014: Incontro “Acqua ed Energia per uno sviluppo sostenibile”

In occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua, OGS – Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale ha organizzato questo pomeriggio, nel Parco delle Fonti di Torrate di Chions (PN), l'incontro "Acqua ed Energia per uno sviluppo sostenibile" per focalizzare l'attenzione sulla connessione tra queste due risorse in Friuli Venezia Giulia e domani mattina ha previsto un "Laboratorio Didattico" per studenti delle Scuole Superiori.

La Giornata Mondiale dell'Acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 e celebrata ogni anno il 22 marzo, ha lo scopo di promuovere una sempre maggiore attenzione sul bene più prezioso per la vita sulla Terra. Il tema dell'edizione del 2014 è il legame tra “Acqua ed Energia”. Si tratta di due risorse fortemente interdipendenti e interconnesse, da un lato perché produrre e trasmettere energia richiede l'utilizzo di risorse idriche, in particolare per le fonti idroelettriche, nucleari e termiche, dall'altro perché circa l'8% della produzione di energia è utilizzata per il pompaggio, il trattamento e il trasporto dell'acqua ai consumatori. L'obiettivo dell'ONU è facilitare lo sviluppo di politiche e strutture trasversali per una maggiore sicurezza energetica e un uso sostenibile delle acque, individuando le migliori pratiche di basso consumo, in un'ottica di un utilizzo e una gestione più consapevole delle risorse per lo sviluppo ecocompatibile del Pianeta. Attraverso un più efficiente rapporto tra acqua ed energia, l'ONU intende inoltre migliorare le condizioni delle persone che vivono nelle baraccopoli e in aree rurali impoverite senza accesso ad acqua potabile, servizi igienici adeguati, cibo sufficiente e fonti energetiche.

L'incontro "Acqua ed Energia per uno sviluppo sostenibile", rivolto principalmente a professionisti di settore, decisori e policy maker del territorio, si è aperto con gli interventi istituzionali di Fabio Santin, Sindaco del Comune di Chions e di Eligio Grizzo, Vicepresidente della Provincia di Pordenone. L'appuntamento ha visto poi le relazioni di professionisti ed esperti che hanno messo a disposizione le loro competenze e testimonianze riguardo a diversi progetti in cui acqua ed energia si sono valorizzate vicendevolmente: Roberto Gargiulo, storico e scrittore, ha parlato del contributo dell'acqua per lo sviluppo della Pianura Padana; Franco Scolari, Direttore Generale del Polo Tecnologico di Pordenone "Andrea Galvani", del binomio Acqua-Energia nel Polo Industriale di Pordenone; Alessandro Sbrana, Professore Ordinario presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università degli Studi di Pisa, dell'utilizzo sostenibile della Geotermia; Gian Paolo Milan, Consulente Direzione ATO "Polesine", della funzionalità della diga di Ravedis nella Provincia di Pordenone; Giorgio Mattassi, dell'ARPA FVG, dei protocolli per il monitoraggio delle infrastrutture critiche (grandi dighe); Carlo Ferrato di Sbrojavacca, della progettazione di un innovativo micro impianto idroelettrico presso Torrate; Daniel Nieto, ricercatore OGS, infine ha presentato il progetto europeo WARBO - Water Re-Born: Tecnologie innovative per la gestione sostenibile delle risorse idriche, di cui è Project Manager. Tutti gli interventi quindi hanno evidenziato soluzioni per salvaguardare, proteggere e valorizzare l'acqua e gli ecosistemi terrestri.

L'appuntamento è proseguito poi con Andrea Vignaduzzo, Presidente Acque del Basso Livenza Spa, che ha illustrato le attività della realtà che rappresenta e i finanziamenti erogati a sostegno di progetti meritevoli legati al settore idrico. In questo contesto sono quindi intervenuti: l'Associazione Culturale Giovanni Lorenzin Onlus; Mario Salvalaggio, dell'A.L.V.I.U.S. - Associazione di Lavoro Volontario per Interventi Umanitari e di Sviluppo, per il Progetto "Mutitu Water Project" - fase 3; Michele Lipani, del Rotary Club Portogruaro per Il Progetto "Coltiviamo il futuro".

In conclusione Norberto Tonini, Direttore Generale dell'OGS, ha ricordato i vari progetti legati all'acqua in cui l'Ente è attivo, sia come capofila che come partner.

Domani, sabato 22 marzo, ricercatori e tecnici di OGS promuoveranno un laboratorio sperimentale per gli studenti delle IV Superiori dell'Istituto Tecnico Industriale "A. Malignani" di Udine per divulgare le tecniche geologiche-geofisiche impiegate nelle indagini idrogeologiche. Un'occasione per illustrare ai giovani metodologie indispensabili per lo studio delle falde acquifere al fine di una corretta e ponderata gestione delle risorse.

 

21 marzo 2014

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa OGS -Studio Sandrinelli Srl: Michele Da Col – tel. 040362636 – cell. 3403356400 – email: dacol@studiosandrinelli.com