Your browser does not support Javascript

Languages

Il ciclo dell'acqua spiegato ai bambini

La Scuola dell’Infanzia "Cuccioli" di Trieste ha visitato l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale nella sede di Borgo Grotta Gigante

"Naturale, frizzante o salata?". Questo il titolo del laboratorio che ha coinvolto oggi i piccoli allievi della Scuola dell’Infanzia "Cuccioli" di Trieste che hanno visitato l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS). Gli educatori dell’Immaginario Scientifico hanno proposto una serie di esperimenti giocosi per far conoscere le tante proprietà dell'acqua, imparare a conoscerne il comportamento e le diverse forme in cui è possibile trovarla in natura. «Un’occasione anche per trasmettere il messaggio che tutti noi possiamo impegnarci per salvaguardare e valorizzare le risorse naturali e l’ambiente» afferma Maria Cristina Pedicchio, presidente di OGS.

L’OGS da anni ormai affianca all’attività di ricerca in oceanografia e biologia marina, geofisica, geologia e sismologia, l’impegno per promuovere un dialogo attivo con i cittadini di tutte le età, per far conoscere i benefici che derivano dalla ricerca scientifica e più in generale per favorire una migliore conoscenza dei fenomeni naturali e dei rischi correlati ai disastri naturali (terremoti, frane, alluvioni), diffondendo le buone pratiche di sicurezza. E la collaborazione con l’Immaginario Scientifico rappresenta un caso concreto di sinergia e condivisione di risorse culturali radicate nel territorio: l’affiancamento tra ricercatori ed educatori permette infatti di sviluppare percorsi didattici innovativi e coinvolgenti.

È la prima volta che bambini così piccoli visitano la sede triestina dell’Istituto nel comprensorio di Borgo Grotta Gigante. I piccoli della Scuola dell’Infanzia “Cuccioli” con il tour nell’OGS hanno così integrato un percorso didattico già iniziato in classe, nell'ambito del progetto "Trieste d'acqua dolce e salata", durante il quale hanno iniziato a conoscere il ciclo dell'acqua. «Osservando da vicino cosa succede all'acqua quando cambia la temperatura, quando si mescola ad altri liquidi e scoprire perché un oggetto galleggia e un altro no – spiega Daniel Nieto, geofisico dell’OGS, riferendosi ai laboratori – anche bambini così piccoli  hanno potuto riflettere sulle caratteristiche di questa preziosa risorsa naturale». «Anche in occasione del prossimo Open Day - puntualizza la presidente - dedicheremo molta attenzione ai bambini, a partire dai più piccoli, con attività e laboratori».

Trieste, 10 aprile 2015