Your browser does not support Javascript

Languages

Lego League - Semifinali Nord Est Italia

Raccogliere le proposte dei ragazzi tra i 9 e 16 anni su come affrontare la "Furia della Natura". Immaginare le conseguenze per l'uomo di fenomeni naturali che talvolta generano disastri come tempeste, uragani, terremoti e maremoti, ... Testare le potenzialità di "robot autonomi" progettati, costruiti e programmati dai ragazzi stessi utilizzando la tecnologia Lego Mindstorms®.

Queste le sfide quest’anno al centro della FLL® - FIRST® LEGO® League, il campionato di scienza e robotica tra squadre di ragazzi di tutto il mondo, nato nel 1998 e che per la prima volta vede le Semifinali Nord Est Italia svolgersi in Friuli Venezia Giulia, oggi, domenica 2 febbraio 2014, dalle ore 9.30 alle 16.30, all'Istituto Salesiano “G. Bearzi” di Udine, grazie alla forte volontà della Scuola e al supporto di realtà locali e regionali. Per l’Italia, la competizione è curata dalla Fondazione del Museo Civico di Rovereto, e questo campionato si avvale della collaborazione scientifica di OGS – Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale.

Alle qualificazioni di Udine partecipano 24 squadre provenienti da Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna e Lombardia per un totale complessivo di 230 ragazzi. Oltre ai giovanissimi programmatori, oltre 70 persone tra giurati, tecnici e volontari. Inoltre mostre ed exhibit allestiti nei diversi ambienti dell’istituto grazie alla partecipazione di: FESN (Friul Experimental Seismic Network), Osmer (Osservatorio Meteorologico Regionale), Associazione Radioamatori Italiani Udine, Sogit Udine, Protezione Civile della Regione, Vigili del Fuoco, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico del Friuli Venezia Giulia, 3° Reggimento Genio Guastatori.

La FLL® nasce dalla collaborazione tra l'Associazione Americana FIRST® (For Inspiration and Recognition of Science and Technology, ovvero "Per l'ispirazione e la valorizzazione di Scienza e Tecnologia") e il gruppo LEGO® con lo scopo di aiutare i giovani ad approcciarsi alla scienza e alla tecnologia in maniera coinvolgente e divertente, portandoli a ragionare come veri scienziati per studiare un fenomeno e proporre possibili soluzioni per rispondervi. Un progetto che cresce di anno in anno, cui per l'edizione 2013-2014, parteciperanno oltre 200.000 ragazzi, suddivisi in squadre composte da massimo 10 giovani più un tutor adulto, provenienti da più di 70 nazioni.

La competizione prevede tre prove distinte e con punteggi a sé stanti:

l. La gara di robotica: un percorso con alcune prove che l'automa progettato dai ragazzi deve superare in 2,5 minuti. Il percorso, che resta sempre uguale dalla fase regionale alla finale mondiale, è fornito ai concorrenti 2 mesi prima della competizione perché possano costruire i loro robot ad hoc.

2. La documentazione e presentazione delle soluzioni robotiche adottate a una giuria di esperti: ciascun team espone con la modalità che preferisce le caratteristiche scelte per risolvere le missioni previste.

3. La realizzazione e presentazione di una ricerca scientifica sulla tematica assegnata, quest'anno appunto "la furia della natura": i ragazzi dovranno analizzare cause e conseguenze di temibili disastri naturali, escogitando metodi innovativi per difendere i territori popolati dall'uomo.

Ai fini della classifica, gli arbitri osserveranno anche il fair play secondo cui ogni gruppo partecipa e interagisce con gli avversari. Risulterà nei primi posti il team che avrà meglio figurato in tutti questi aspetti.

I vincitori delle Semifinali Nord Est Italia accederanno alla Finale Italiana, in programma il 14 e 15 marzo 2014 al Museo Civico di Rovereto, la cui Fondazione è il referente italiano per la FLL® - FIRST® LEGO® League. Il vincitore italiano parteciperà poi al World Festival, che si terrà dal 23 al 26 aprile 2014 a St-Louis, negli Stati Uniti.

Nel caso in cui la giuria ritenesse di alto valore uno o più progetti scientifici delle fasi "locali", avrebbe mandato di proporli alla FIRST® per concorrere al FLL® Global Innovation Award che prevede, oltre a un riconoscimento pecuniario, risonanza a livello accademico e politico (la squadra vincitrice del premio 2012 è stata ricevuta alla Casa Bianca), e talvolta anche la possibilità di veder brevettato il proprio prodotto.

"ll Bearzi ha voluto portare il campionato FIRST® LEGO® League per la prima volta in Friuli Venezia Giulia. Crediamo, infatti, che la robotica educativa sia un ambito d’eccellenza in cui sperimentare il felice connubio tra tecnologia, didattica e attualità. Creatività e conoscenza vengono a fondersi in un problem-solving che impone ai ragazzi un attento studio del caso per poi passare alla pratica: montaggio e programmazione del robot - ha affermato Lucia Radicchi, preside dell'Istituto salesiano "G. Bearzi" - Crediamo fortemente in questo progetto. La robotica a scuola è un’occasione di crescita, sfida positiva e gioco; un volano per far testare ai ragazzi che quello che imparano “serve”. La partecipazione all'evento dell'amministrazione pubblica a tutti i livelli, di enti scientifici, forze dell'ordine, associazioni di volontariato e cittadini ci dà la conferma che questa iniziativa meriti attenzione".

"Abbiamo avuto mandato dalla LEGO® di organizzare la semifinale Nord Est. La manifestazione raccoglie ragazzi dai 9 ai 16 anni; 24 sono le squadre iscritte, tra queste due friulane provenienti dal Bearzi, per un totale di 230 partecipanti. Il tema di quest'anno è la furia della natura: i diversi team dovranno sviluppare un progetto robotico in grado di risolvere missioni su un campo gara e presentare due relazioni che motivino le loro scelte e gli studi fatti sul tema. Anche il fair play verrà valutato ai fini del punteggio" ha proseguito Francesco Calderini, event manager FLL® semifinale Nord Est e coordinatore del progetto robotica al Bearzi.

“È importante parlare dei disastri che potremmo evitare nel futuro, e credo non ci sia modo migliore di farlo che attraverso le parole e le azioni di questi ragazzi, sono loro la vera Nature’s Fury. Per il territorio friulano, devastato nel 1976 dai terremoti, ma annualmente colpito da eventi metereologici importanti, quest'iniziativa mi sembra particolarmente formativa per i giovani: contribuisce a far accostare i ragazzi alla scienza e alle responsabilità individuali e collettive di fronte alle sfide che caratterizzano il nostro tempo, in particolare nei campi legati all'ambiente. È per questo motivo che OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale è lieto di collaborare in quest'occasione; lo fa in particolare con la propria sezione Centro di Ricerche Sismologiche, dal 1977 radicata nel territorio friulano del Friuli” ha dichiarato Laura Peruzza, ricercatrice di OGS – Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale.

 

2 febbraio 2014

--

Per ulteriori informazioni:

 

Istituto salesiano “G. Bearzi”

prof.ssa Chiara Bertato – tel. 0432493911 – fax 0432 493912 – email: chiara.bertato@bearzi.it

 

Ufficio Stampa OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale

Studio Sandrinelli Srl: Michele Da Col – tel. 040362636 – cell. 3403356400 – email: dacol@studiosandrinelli.com

 

EVENTI COLLATERALI

 

Concorso: “Il Mattoncino Pazzo”

Sabato 1 febbraio 2014 dalle 16.00 alle 18.00 e Domenica 2 dalle ore 10.00 alle ore 14.30

Partecipazione € 2,00 – Iscrizioni: info@sciencecenter.it

 

Un'occasione per i “giovani costruttori” tra i 6 e i 14 anni per dare spazio alla creatività e cimentarsi nella realizzazione di creazioni personali, utilizzando esclusivamente pezzi LEGO®, e per esporle in esibizione.

Le opere degli iscritti al concorso dovranno essere consegnate all'info-point Sabato 1 febbraio dalle 16.00 alle 18.00 e Domenica 2 dalle ore 10.00 alle ore 14.30, e verranno valutate da un'apposita giuria.

 

Conferenza: "La robotica al servizio delle emergenze"

Sabato 1 febbraio 2014 – ore 20.30

Auditorium, Istituto Salesiano Bearzi

Ingresso libero

 

Sismi, eventi meteo imprevisti, radon,... Come i robot possono aiutarci a prevenire e intervenire in situazioni di emergenza?

Un appuntamento aperto a tutti per parlare di robotica; di eventi sismici e cultura della sicurezza; di segnali precursori di terremoti, scienza e ricerca amatoriale; di meteorologia e climatologia; e del gas radon in Friuli Venezia Giulia, attraverso gli interventi di 5 tra esperti, ricercatori e tecnici.

Emanuele Micheli di Scuola di Robotica presenterà la rescue robotics, disciplina che si occupa proprio della progettazione di robot che possano aiutarci in caso di disastri naturali

Laura Peruzza dell’OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale farà ragionare  sui terremoti avvenuti in Friuli Venezia Giulia e sulle iniziative educative intraprese da oltre 10 anni per promuovere la consapevolezza del rischio sismico e il miglioramento della sicurezza negli ambienti di studio, di lavoro e di vita.

Sergio Nordio dell’OSMER FVG svelerà come la posizione geografica del Friuli Venezia Giulia sia l'origine di un frequente “duello” fra masse d’aria completamente diverse che qui si incontrano, causando condizioni climatiche particolari rispetto alle altre zone circostanti e fenomeni meteo più forti e prolungati.

Silvia Pividore dell’ARPA FVG presenterà i rischi del radon, gas radioattivo presente in Regione.

Infine, Riccardo Rossi del FESN illustrerà il rapporto tra i segnali precursori di terremoti, la scienza e la ricerca amatoriale e perché non è ancora possibile prevedere i terremoti.

 

Exibith e Workshop

Domenica 2 febbraio 2014 - dalle ore 9.30 alle 16.30

 

In occasione della FLL® - FIRST® LEGO® League i visitatori potranno incontrare dal vivo i protagonisti che intervengono durante un evento calamitoso, che saranno presenti con un loro stand. In esposizione saranno presenti mezzi e strumenti realmente utilizzati durante le emergenze.

In particolare l’evento ospiterà gli stand di: FESN, OSMER, Associazione Radio Amatori di Udine, SOGIT, Protezione Civile Regionale, Protezione Civile comune di Udine, Vigili del Fuoco, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, Polizia, Carabinieri, Guardia Forestale, OGS – Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale, Genio Militare.

Inoltre si potranno visitare gli stand dimostrativi con il lavoro tecnologico e scientifico di ogni squadra che partecipa alla FLL®, una mostra di collezionismo LEGO® e una di collezionismo robotico.

Infine potranno assistere a una gara di mini 4WD.

 

Ulteriori informazioni:

http://www.bearzi.it e http://www.sciencecenter.it/index.php/eventi