Your browser does not support Javascript

Languages

Rete Sismometrica Mobile

Le rete sismometrica mobile OGS è costituita da 20 stazioni dotate di acquisitore a 24 bit (RefTek 130, Nanometrics Orion e Lennartz Marslite), sismometro a corto periodo (1 secondo) Lennartz LE3D Lite, alimentazione da pannello solare con batteria tampone e dispositivi di memorizzazione locale fino a 4GB che garantisce autonomia di registrazione per circa 60 giorni.

Negli ultimi 15 anni la rete mobile è stata utilizzata in svariate campagne di acquisizione nell'ambito di progetti finanziati a livello europeo (INTERREG IIIB), nazionale (progetti GNDT, FIRB e Dipartimento Protezione Civile) e locale (convenzioni con Regioni, Province e Comuni), nonché di ricerche svolte autonomamente da OGS. Le applicazioni riguardano:

-           il monitoraggio di sequenze sismiche a seguito di forti terremoti (Umbria-Marche 1997; Slovenia 1998 e 2004; Molise 2002; Emilia 2012);

-           lo studio di dettaglio della microsismicità in aree ristrette (Abruzzo centrale, Veneto orientale) ed in prossimità di siti sensibili (dighe, invasi);

-           studi di riposta di sito e microzonazione sismica (Città di Castello, Vittorio Veneto, Tolmezzo, Spoleto, Perugia, Umbertide);

-           misure vibrometriche connesse al brillamento di ordigni;

-           sperimentazioni relative al monitoraggio di valanghe;

-           interventi specifici di supporto alla Protezione Civile come l'indagine sui fenomeni sismo/acustici verificatisi in Val Lapisina (TV, BL) tra il 2010 e il 2011, svolta per la Protezione Civile della Regione Veneto.