Your browser does not support Javascript

Languages

Risorse idriche

L’attività si attua nell’ambito di progetti di ricerca nazionali e internazionali e fornisce servizi al Paese svolti attraverso convenzioni e finanziamenti di amministrazioni ed Enti pubblici. Le linee di intervento sono indirizzate allo studio ed alla gestione delle falde acquifere e dei bacini idrografici, alla protezione della qualità e delle riserve di acque dolci.

 

Obiettivi prioritari:

  • Gestione transfrontaliera italo-slovena delle acque nel bacino del fiume Isonzo. Lo scopo è sviluppare linee guida per la gestione di acque nel bacino transfrontaliero del fiume Isonzo, basato sulla gestione integrata delle falde acquifere transfrontaliere, e sulla valorizzazione qualitativa e quantitativa delle acque sotterranee per la tutela e uso della falde acquifere transfrontaliere. L’attività si focalizzerà nel progetto ASTIS.
  • Sviluppo, protezione e valorizzazione dell'acqua e degli ecosistemi terrestri in siti di degrado qualitativo e quantitativo delle risorse idriche, che ospitano ecosistemi di interesse comunitario, e nei quali sono necessarie misure urgenti per combattere la scarsità d'acqua. Per conseguire questo obiettivo l’attività del triennio si focalizzerà nella verifica della possibilità di ricaricare artificialmente gli acquiferi naturali, eccessivamente impoveriti dai consumi e dai troppi prelievi d’acqua dal sottosuolo. L’attività si svolgerà all’interno del progetto europeo WARBO coordinato da OGS in collaborazione con Amministrazioni italiane e società private. L’attività si svolgerà sul territorio della bassa pianura ferrarese e della pianura friulana occidentale all’interno del progetto.
  • Sviluppo di metodologie di studio e previsione di eventi di inondazione in aree pedemontane e di pianura a protezione di aree urbane. L’attività prevede la collaborazione con un consorzio di amministrazioni pubbliche, società private e la Protezione Civile Regionale come progetto SMART City.