Your browser does not support Javascript

Languages

A Trieste la tappa finale della campagna di informazione di Marevivo sui “descrittori” per il buono stato ambientale dell’ecosistema marino MARINE STRATEGY”: LA SFIDA DELL’EUROPA PER LA VITA DEL MARE

Dopo Genova, Napoli e Taranto, si conclude questa sera a Trieste, a bordo della nave scuola Palinuro, la campagna di informazione di Marevivo sulla direttiva europea “Marine Strategy”, pilastro ambientale della futura politica marittima dell’Unione. 
Eutrofizzazione, contaminanti nei pesci e rete trofica marina sono temi imprescindibili per la salute del mare e che saranno affrontati durante la tavola rotonda. Essi corrispondono a tre degli undici “descrittori” del piano strategico messo a punto dall’Unione Europea e necessari al raggiungimento di una buona qualità dell’ecosistema marino. 
Oltre a queste issues, non dimentichiamo l’inquinamento, la cementificazione delle coste, il cambiamento climatico: ecco i nemici che attaccano ogni giorno i mari e le coste del Mediterraneo, eppure una strategia per opporsi c’è. MAREVIVO vuole far conoscere a tutti i cittadini questa irrinunciabile opportunità per migliorare il futuro del nostro mare e, perciò, ha condotto nei principali porti d’Italia una campagna di informazione “Marine Strategy: La sfida dell’Europa per la vita del Mare”, insieme al CoNISMa – Consorzio Nazionale Interuniversitario Scienze Mare e la Marina Militare e con il contributo di “Napoli che verrà”, Parma Multiservizi, EPM.
E’ stato un progetto itinerante sulla rotta della nave Palinuro, che ha ospitato a bordo, per ogni tappa, esperti in campo marino per illustrare all’opinione pubblica gli undici “descrittori” della Marine Strategy: ogni “descrittore”, affronta, infatti, un settore specifico relativo al mare. 
L’obiettivo dell’Unione Europea è raggiungere, attraverso un’azione coordinata tra gli Stati membri, il buono stato ambientale del nostro mare (GES, “Good Environmental Status”) entro il 2020: oceani puliti, sani e produttivi, uso sostenibile dell’ambiente marino per custodire le sue risorse anche alle generazioni future.  
Parteciperanno alla tappa conclusiva il Capitano di Fregata Marco Filzi, comandante del Palinuro, la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni, il Direttore tecnico scientifico ARPA Friuli Venezia Giulia Fulvio Daris, il Direttore Sezione Oceanografica di OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale Paola Del Negro, la ricercatrice CNR - ISMAR Venezia Alessandra Pugnetti e gli esperti del CoNISMa - Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare: Serena Fonda Umani, Professore ordinario Università degli Studi di Trieste, Stefania Gorbi, Ricercatrice Università Politecnica delle Marche, Giorgio Fontolan, Professore associato Università degli Studi di Trieste. Interverrà la Presidente dell’Autorità Portuale di Trieste Marina Monassi.
Con queste tappe, da Genova a Trieste passando per Napoli e Taranto, abbiamo voluto tracciare un percorso lungo tutte le coste dell’Italia, intesa come “promontorio d’Europa nel Mediterraneo”, per rafforzare il messaggio che la vita del mare è la nostra stessa vita e il compito di tutelarlo spetta a ciascuno di noi” - commenta la responsabile della campagna di Marevivo, Maria Rapini. 
 
Trieste, 8 agosto 2014